Le 16 competenze di base

le16competenzeLe 16 competenze di base, organizzate in quattro assi culturali, sono gli obiettivi (assieme alle competenze chiave o di cittadinanza) definiti come risultati in termini di apprendimento per le scuole di ogni ordine e grado del sistema di istruzione italiano.

Ogni ragazzo ed ogni ragazza dovrebbe, entro il compimento dell'obbligo di istruzione (dunque entro il biennio della scuola secondaria di secondo grado), padroneggiare queste 16 competenze di base capaci di integrare gli apprendimenti classicamente intesi con la loro applicabilità e traducibilità nella vita quotidiana.

Questa importante novità, capace di avvicinare il sistema di istruzione italiano alle richieste europee, di coinvolgere i ragazzi/e e responsabilizzarli rispetto all'apprendimento, di avvicinare la scuola alla vita, è stata introdotta dall'agosto 2007, ma trova, ancora oggi, forti resistenze in prassi ancorate ad una scuola dei contenuti e della lezione frontale. Le competenze obiettivo restano così, spesso, una chimera.

Questo volume è nato all'interno dei percorsi professionalizzanti (dopo un triennio di sperimentazione e ricerca, svoltasi in particolare nei progetti Rifugio e Coach, finanziati dall'Amministrazione Provinciale di Pisa e nel progetto FLFL finanziato dall'Amministrazione Provinciale di Arezzo, ma anche in progetti realizzati in altri territori), rivolti ai ragazzi che, dopo l'obbligo di istruzione decidono di completare il loro percorso tramite i progetti integrati tra istruzione e formazione professionale (percorsi Ie FP variamente articolati nelle diverse regioni italiane) e che, in considerazione di percorsi di istruzione spesso accidentati, non hanno conseguito le sedici competenze di base.

La logica e la struttura del volume, rivolto a insegnanti, docenti e operatori e accompagnato da un volume analogo per allievi, ne consente tuttavia l'utilizzo nel sistema di istruzione (in tutto il ciclo di istruzione secondaria) per favorire l'acquisizione delle 16 competenze di base.

Questo volume, rivolto ai docenti, presenta un percorso completo articolato in 300 ore e suddiviso in unità di competenza. I docenti, insegnanti, operatori vi troveranno l'organizzazione oraria, i contenuti, le attività e le schede con cui lavorare con i loro allievi, i supporti, i testi a cui fare riferimento ed ogni altra indicazione necessaria.

L'altro volume, indissolubilmente legato a questo, consentirà agli allievi di seguire il percorso passo passo e di svolgere le attività previste, andando a costituire una documentazione importante del proprio percorso.

Nell'area risorse del sito www.pratika.net si troveranno altri materiali per integrare il percorso.

Federico Batini è ricercatore all'Università di Perugia presso la Facoltà di Scienze della Formazione, dove insegna Metodologia della ricerca educativa e Pedagogia Sperimentale, ha fondato e dirige l'associazione Pratika (www.pratika.net) e l'associazione Nausika (www.narrazioni.it). Dirige la Rivista LLL (Lifelong Lifewide Learning) e numerose collane editoriali, fa parte di comitati scientifici in Italia e all'estero. Ha ideato e sviluppato, dal 1997, il metodo dell'orientamento narrativo. Autore di oltre 170 pubblicazioni scientifiche tra le ultime citiamo: con S. Giusti, L'orientamento narrativo a scuola (Erickson, 2008); con M. D'Ambrosio, Riscrivere la dispersione (Liguori, 2008); con A. Surian, StOrientando: un progetto e una ricerca sull'orientamento narrativo (Pensa, 2008); L'Isola Sconosciuta. Un progetto di orientamento narrativo. Metodi e risultati, (Pensa, 2008); con S. Giusti, P. Jedlowski, G. Mantovani, L. Scarpa, A. Smorti, Le storie siamo noi, (Liguori, 2008); Questo libro è la tua storia, (Pensa, 2009); Comprendere la differenza (Armando, 2011); Storie che crescono (Junior, 2011); Storie, futuro e controllo (Liguori, 2011); con B. Santoni ha curato: L'identità sessuale a scuola. Educare alla diversità e prevenire l'omofobia, (Liguori, 2009); ha curato, Insegnanti e nuovi problemi della scuola. Bullismo, disagio e dispersione, omofobia, razzismo, (Transeuropa, 2010); FLFL (Fun Learning for Life), Diario di bordo per l'acquisizione delle 16 competenze di base (Pensa, 2012), con S. Giusti ha curato: Imparare dalle narrazioni (Unicopli, 2010), Costruttori di Storie (Pensa, 2009) e Costruire il futuro con le storie (Pensa, 2011); ha scritto con A. Fontana, Storytelling Kit, (Etas, 2010), con S. Cini, A. Paolini, L. Lambruschini, Storie e orientamento. Percorsi di orientamento narrativo (Pensa, 2011). Si occupa di orientamento, di storie, di competenze, di formazione formatori, orientatori, insegnanti, di prevenzione del disagio e della dispersione, di prevenzione dell'omofobia e di pedagogia dell'identità sessuale. Consulente senior di Thélème s.r.l.

Simone Cini è laureato in Scienze dell'Educazione, Consulente di orientamento. Lavora con Pratika e Nausika e collabora con agenzie formative e istituzioni sul territorio nazionale. Si occupa prevalentemente di formazione e orientamento. Con Andrea Guargualini, Leonardo Lambruschini e Fabio Pietro Corti ha pubblicato Gestire gruppi in formazione (ed. Erickson, 2007). Con Andra Paolini l'articolo Dispersione e riscrittura, nella rivista Innovazione e Orientamento (Isfol, 2009). Con F. Batini, A. Paolini, L. Lambruschini, Storie e orientamento. Percorsi di orientamento narrativo (Pensa, 2011).

Andrea Paolini è laureato in "Programmazione e gestione dei servizi educativi e formativi", Consulente di orientamento. Responsabile amministrativo di Ass. Pratika, Ass. Nausika e Theleme s.r.l. Dal 2005 si occupa di formazione e orientamento sia per l'erogazione che, principalmente, per la gestione, amministrazione e rendicontazione. Ha pubblicato con Rosa Anfossi, Fabio Sciarretta, Paola Vidotto Strumenti narrativi per il successo formativo (Ed. Erickson, 2008); con Simone Cini l'articolo Dispersione e riscrittura, nella rivista Innovazione e Orientamento (Isfol, 2009).

> Pensa Multimedia
Pagine: 430
Codice ISBN: 978-88-8232-922-8

Il volume è strettamente connesso al volume FLFL - Fun Learning For Life (Diario di Bordo)

Thélème srl
Sede operativa: Via Ombrone 24/26, 52100 Arezzo
tel 0575 380468
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.